THS apre a Bologna e con il suo format di ospitalità ibrida del settore, conferma la sua volontà di investire in Italia. Prossime aperture Roma e Torino.
The Student Hotel investirà 425 milioni in Italia

TSH Bologna

Lo scorso ottobre The Student Hotel (TSH) ha aperto alla città di Bologna il suo format di ospitalità ibrida leader del settore, già pluripremiato in tutto il mondo. TSH Bologna diventa così il sedicesimo hotel del gruppo olandese e va ad aggiungersi al network in continua crescita di strutture ibride presenti in tutta Europa. Costruita in Bolognina – la prossima frontiera turistica della città, a pochi passi dal centro – la nuova struttura si candida a diventare un polo di innovazione e creatività progettato per collegare e riunire diverse comunità di persone. Il tutto in pieno stile TSH, declinato per coniugare i suoi noti elementi di design con spunti local così da rendere la sede bolognese un’esperienza di accoglienza straordinaria per persone dalle esperienze di vita più variegate.

Bolognina, la next big thing del capoluogo emiliano
Il nuovo TSH Bologna ha aperto le sue porte nel cuore della Bolognina, quartiere attraversato da profonde trasformazioni urbane. È qui, a ridosso del centro storico, che in una manciata d’anni sono stati portati a termine i lavori per la costruzione della stazione AV di Bologna e della nuova sede del Comune, affiancati dal progetto della Trilogia Navile, la new town che ospiterà palazzi dal look futuristico immersi in grande aree verdi.

Nonostante l’attuale contesto sanitario e il ricorso alla didattica a distanza per l’Università, sono già 180 gli studenti (47% italiani, 14% spagnoli, 10% americani, 29% altri) che hanno iniziato a popolare le 361 stanze e gli spazi di TSH Bologna, tra cui la grande corte interna con piscina, la palestra, il ristorante, le aree giochi e gli ambienti di co-working Collab, destinati ai lavoratori smart. TSH Bologna prevede di accogliere i primi turisti nazionali e internazionali a partire dal gennaio 2021.

Studio e divertimento a prezzi all-inclusive
I prezzi delle stanze per studenti partono da 420 € al mese per gli ambienti condivisi e da 590 € al mese per le camere singole. Il tutto – come da filosofia TSH – all-inclusive: utenze, reception 24h/24, accesso alla cucina comune con frigorifero e scaffali personali, palestra, piscina, aule studio e aree chill-out, lavanderia, pulizia mensile della camera, biciclette e accesso alle scrivanie flex nello spazio di co-working. I plus non mancano, sia per gli studenti che per i viaggiatori leisure e business che cercano un comfort a 4 stelle: stanze con letti king-size, camere con cucina privata e una play room – un classico presente in tutte le 16 sedi europee di TSH – che a Bologna è stata griffata dallo street artist Never2501.

“TSH Bologna”, ha dichiarato il direttore, Michael Giuliano, “è un hotel 4 stelle che va oltre il classico concept di accoglienza turistica e lo ibrida verso un modello più al passo con la fluidità del tempo presente e delle persone che lo vivono. Il risultato è un ambiente in grado di ospitare studenti, freelance e viaggiatori: un melting pot di persone diverse accomunate da uno spirito giovanile, curioso e aperto. A loro offriamo un playground di servizi – camere di design, Collab, zone studio, rete Wi-Fi superveloce, workshop e corsi di cucina – che permettono di soggiornare, lavorare, studiare e divertirsi, tutto sotto lo stesso tetto”.

Un investimento complessivo da 425 milioni di euro
Con l’apertura della sua nuova sede bolognese TSH conferma, nonostante lo stallo in cui versa il comparto hôtellerie in questo delicato momento storico, il suo investimento di 425 milioni di euro per l’Italia. Ai due immobili già operativi – Bologna e Firenze Lavagnini, inaugurato nel 2018 – si andranno ad aggiungere altre quattro sedi, tutte con apertura prevista entro i prossimi tre anni. Tra queste, gli ulteriori due hotel ibridi che sorgeranno a Firenze: il primo in zona Belfiore – dove è prevista la costruzione di una struttura di 82000 metri quadri con 550 stanze e 3000 metri quadri di uffici destinati al coworking – il secondo al posto dell’ex Manifattura Tabacchi. Qui TSH effettuerà il restauro conservativo di 14.500 metri quadri per dare vita a un hotel di 318 stanze che garantirà la creazione di un indotto di circa 200 posti di lavoro tra diretti e indiretti.
Le altre due sedi italiane di TSH vedranno la luce a Torino – nel quartiere Aurora, che ospiterà 525 camere su un’area di 30000 metri quadri – e a Roma. Nella capitale, la nuova struttura da 481 stanze sarà eretta a pochi passi dalla Sapienza, in zona ex Dogana di San Lorenzo.

“Dopo la casa madre in Olanda, l’Italia è il secondo paese in Europa in cui il gruppo ha avviato una forte espansione” ha affermato Charlie MacGregor, AD e fondatore di The Student Hotel. “Prevediamo di aprire le ulteriori quattro sedi italiane entro il 2023, lungo una pipeline che porterà ad avere 65 complessi, tra operativi e in via di costruzione o di progettazione, in varie città europee nei prossimi cinque anni. Questo significa 26.000 stanze complessive e quasi un milione di metri quadrati di spazio destinato all’ospitalità ibrida per studenti, turisti e smart worker. È così che vogliamo cambiare l’industria dell’ospitalità e dare alle nuove generazioni cosmopolite una casa lontano da casa”.

Vedi articolo originale: https://www.affaritaliani.it/cronache/tsh-conferma-i-425-milioni-di-investimento-per-l-italia-707631.html