Momento d’oro per la città di Bologna: The Student Hotel, un intervento di rigenerazione urbana, accanto al nuovissimo Marconi Express

Nel mese di ottobre 2020, ha aperto i battenti The Student Hotel Bologna, secondo hotel in Italia dopo Firenze Lavagnini, e sedicesimo del gruppo. Un investimento di 425 milioni di euro, che conferma come l’Italia sia una meta che attrae investimenti internazionali. The Student Hotel è un progetto di ospitalità ibrida. Da un lato offre stanze per studenti fuori sede, fornite di tutto ciò che serve e di uno spirito di comunità. Accanto, offre stanze e suite per turisti e altri viaggiatori, che apprezzano un ambiente informale e accogliente.
TSH Bologna si trova in via Fioravanti 27, alla Bolognina, un quartiere in fase di trasformazione a ridosso del centro storico. Negli ultimi anni, qui sono stati realizzati importanti interventi di riqualificazione. A partire dalla nuova stazione dell’Alta Velocità, affiancata dalla nuova sede del Comune, e infine dal progetto della Trilogia Navile, che sorgerà sull’area dell’ex-mercato ortofrutticolo. Grazie dunque alla presenza della stazione dell’Alta velocità, la Bolognina è candidata a diventare un nuovo polo per l’ospitalità di Bologna.

Un progetto che rispetta la tradizione italiana

Il nuovo episodio di The Student Hotel in Italia ha trovato posto in un edificio degli anni Ottanta, prima adibito a sede Telecom, poi abbandonato, successivamente occupato e infine sgomberato dall’amministrazione cittadina. Il progetto architettonico, a cura dello studio Matteo Fantoni, ha mantenuto intatto l’impianto dell’edificio, con la grande corte centrale. Lo spazio all’aperto è un aspetto fondamentale del progetto, un luogo di incontro e socializzazione. Qui si trovano la piscina, una zona ristorante e aree per lavorare e studiare all’aperto. Francesco Conserva, partner di Open Project, che ha seguito la direzione lavori, ha commentato: “TSH ci ha offerto l’occasione di trasformare un edificio dismesso in un volano per la rigenerazione di un’area importante della città di Bologna”.
L’architettura degli interni, a cura di Rizoma Architetture, come di consueto, è aderente alla filosofia e al mood di tutte le altre sedi The Student Hotel. Sono stati eliminati tutti gli elementi superflui, fino ad arrivare alla struttura originaria, con ampi spazi e travi e cemento a vista. Gli ambienti sono estremamente flessibili, facilmente adattabili alle varie attività, come bar, ristorante, auditorium, palestra, zone studio e lavoro, e, di sera, party con dj set.

Arredi e finiture sostenibili per The Student Hotel Bologna

Arredi e finiture dell’hotel sono costruiti con attenzione alla sostenibilità e al riciclo. I TSH Collab e i ristoranti, per esempio, hanno mensole e altri elementi dove legno e metallo sono separabili e riutilizzabili, a fine vita. Tra i materiali, ricorrono l’OSB e il feltro di PET riciclato, e il CELENIT, formato da legno, cemento Portland, polvere di marmo e acqua, che ne fanno un perfetto isolante acustico naturale e sostenibile. Anche tra gli arredi, la maggior parte delle sedute e poltrone sono pezzi vintage, riportati a nuova vita.

Vedi articolo originale: https://www.designdiffusion.com/2020/11/30/the-student-hotel-apre-a-bologna/